Il 4 febbraio 2022 alle ore 11 si terrà, in videoconferenza, il convegno “Strategia UE per la Regione Adriatico e Ionica (EUSAIR): Focus on Blue Growth”, organizzato da SEARICA, con il supporto della Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime, della Commissione CRPM Balcani e Mar Nero, DG MARE e DG REGIO.
La strategia dell’UE per la regione adriatica e ionica (EUSAIR) è una delle quattro strategie macroregionali dell’UE. La Strategia è stata sviluppata congiuntamente dalla Commissione e dai paesi e dalle parti interessate della Regione Adriatico-Ionica, che hanno deciso di lavorare insieme su aree di interesse comune a beneficio di ciascun paese e dell’intera regione. L’EUSAIR copre nove paesi: quattro Stati membri dell’UE (Croazia, Grecia, Italia, Slovenia) e cinque paesi non UE (Albania, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Macedonia del Nord, Serbia).
La strategia affronta quattro pilastri: crescita blu (1), collegamento della regione (2), qualità ambientale (3) e turismo sostenibile (4). Questa conferenza SEArica si concentrerà sullo stato di avanzamento dell’attuazione del pilastro 1 e sui suoi obiettivi specifici: promuovere la ricerca e l’innovazione nei settori dell’economia blu, adattarsi alla produzione/consumo di prodotti ittici sostenibili e migliorare la governance dei bacini marittimi.
Questo evento online sarà strutturato in 2 sessioni che affronteranno l’attuazione di EUSAIR: principali risultati, opportunità e sfide future e approccio all’economia blu sostenibile all’interno di EUSAIR.
I lavori saranno introdotti dall’eurodeputato Tonino Picula, presidente di SEArica ed è prevista la partecipazione dell’eurodeputato Petros Kokkalis, vicepresidente di SEArica per l’economia blu, le industrie marittime e i porti e dell’eurodeputato Brando Benifei, membro di SEArica.

Si riporta il programma: SEArica_Draft_Agenda_EUSAIR_310122

Maggiori info sull’evento:
http://www.searica.eu/2020-2024/events-2019-2024/searica-conference-on-the-eu-strategy-for-the-adriatic-and-ionian-region-eusair-focus-on-blue-growth

Iscrizioni:
http://www.searica.eu/2020-2024/events-2019-2024/searica-conference-on-the-eu-strategy-for-the-adriatic-and-ionian-region-eusair-focus-on-blue-growth/individual-registration

 

SEArica has the pleasure of organising a conference on the “EU Strategy for the Adriatic and Ionian Region (EUSAIR): Focus on Blue Growth” with the support of the Conference of Peripheral Maritime Regions, the CPMR Balkan and Black Sea Commission, DG MARE and DG REGIO.
The EU Strategy for the Adriatic and Ionian Region (EUSAIR) is one of the four EU macro-regional strategies. The Strategy was jointly developed by the Commission and the Adriatic-Ionian Region countries and stakeholders, which agreed to work together on the areas of common interest for the benefit of each country and the whole region. The EUSAIR covers nine countries: four EU Member States (Croatia, Greece, Italy, Slovenia) and five non-EU countries (Albania, Bosnia and Herzegovina, Montenegro, North Macedonia, Serbia).
The strategy addresses four pillars: Blue Growth (1), Connecting the Region (2), Environmental Quality (3) and Sustainable Tourism (4). This SEArica conference will concentrate on the state of play on implementation of Pillar 1 and on its specific objectives: to promote research and innovation in blue economy sectors, to adapt to sustainable seafood production/consumption and to improve sea basin governance.
This online event will be structured in 2 sessions which will address implementing EUSAIR: main results, opportunities and challenges ahead, and the sustainable blue economy approach within EUSAIR.
Opened by MEP Tonino Picula, SEArica Chair and with the participation of MEP Petros Kokkalis, SEArica Vice-Chair for Blue Economy, Maritime Industries and Ports and MEP Brando Benifei, SEArica member.

More info about the event: HERE

Registrations: CLICK HERE

Il 18 febbraio 2022 alle ore 16:00 si terrà a Trieste, presso la sede della Lega Navale, l’Incontro–Dibattito, organizzato dal Comitato Regionale di Trieste dell’AIDIM, sul tema: “Le concessioni demaniali marittime dopo le sentenze 17 e 18 del 2021 dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato: la rilevanza per le associazioni sportive e diportistiche”
Si riporta il programma dell’incontro, dove sono specificate  le modalità di iscrizione e di partecipazione.

AIDIM Programma incontro

La DG MARE della Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare contributi  entro il 15 febbraio 2022, a sostegno dell’iniziativa “Definire la rotta verso un pianeta blu sostenibile, un aggiornamento dell’agenda per la governance internazionale degli oceani, che assumerà la forma di una Comunicazione congiunta, attesa per il secondo trimestre 2022.
Rammentiamo che nel 2016 la Commissione europea e l’Alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza avevano pubblicato la comunicazione congiunta sulla governance internazionale degli oceani, come risposta dell’UE all’obiettivo 14 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile: “Conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile”.
La nuova comunicazione congiunta assicurerà la coerenza con i negoziati nell’ambito dell’UNCLOS sullo strumento internazionale giuridicamente vincolante sulla conservazione e sull’uso sostenibile della biodiversità marina delle zone non soggette a giurisdizione nazionale (BBNJ) e inoltre sosterrà l’attuazione del Green Deal europeo.
Chiunque possa essere interessato da una normativa o una politica UE in vigore o proposta può partecipare alla consultazione. Alcuni esempi: le amministrazioni pubbliche, le imprese, le organizzazioni della società civile e il pubblico.

E’ stato pubblicato il report sintetico della WestMED Stakeholders Conference che si è tenuta il 9 novembre 2021 (cfr. news pubblicata il 20 ottobre 2021: 9 novembre 2021, Roma – Corridors to Blue Development – Federazione del Mare) .
La playlist con tutti i video dell’evento è disponibile su Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCNvW-S8KBtk_RYnafGf0i5g/playlists

Documento di sintesi in pdf: REPORT WestMED Conference 2021

 

 

NORMATIVA UNICA NAZIONALE, SEMPLIFICAZIONI AMMINISTRATIVE, REGOLE PER OPERATORI E CLIENTI, RICONOSCIMENTO DEL NOLEGGIO ORARIO O DI FRAZIONE DI ORA E LE ISTRUZIONI DI NAVIGAZIONE PER I NON PATENTATI SONO LE PRINCIPALI NOVITA’.

CECCHI, PRESIDENTE CONFINDUSTRIA NAUTICA: “SI TRATTA DI UN ALTRO TASSELLO ATTUATIVO DELLA RIFORMA DEL CODICE DELLA NAUTICA PER AMMODERNARE IL NOSTRO SETTORE”.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con i requisiti, le formalità e gli obblighi da ottemperare per i natanti da diporto e le moto d’acqua utilizzati ai fini di locazione e noleggio e i natanti utilizzati in appoggio alle immersioni subacquee da centri di immersione subacquea, circoli e associazioni.
Il decreto – annunciato dal ministro delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili Enrico Giovannini al Salone Nautico Internazionale di Genova – è uno dei provvedimenti attuativi della riforma del Codice della Nautica da diporto, che ha stabilito l’introduzione di una normativa unica nazionale dedicata all’uso commerciale dei natanti.
Innanzitutto vengono semplificate le procedure amministrative con l’Autorità marittima o della navigazione interna, che ora richiedono una semplice comunicazione – che non deve più essere ripresentata annualmente, salvo il caso di variazioni all’elenco delle unità o cessazione – dalla cui data può avere inizio l’attività imprenditoriale.
Viene uniformato il titolo richiesto per la conduzione professionale delle unità adibite a noleggio e quelle in appoggio alle immersioni subacquee, per le quali è necessaria la maggiore età e la patente nautica (cat. A).
Per i non patentati che prendono in locazione un natante “esente”, è prevista la somministrazione al cliente di istruzioni essenziali per la navigazione, con indicazioni per immagini sul governo della barca, l’entrata e l’uscita dai porti, i limiti di velocità, le precedenze.
Per la trasparenza, i contratti di locazione o di noleggio sono redatti per iscritto e conservati a bordo, salvo che per i piccoli natanti a remi, derive a vela e moto d’acqua, che possono essere locati da un’ora dopo l’alba a un’ora prima del tramonto ed esclusivamente con condizioni meteomarine favorevoli.
“Si tratta di un altro tassello attuativo della riforma del Codice della nautica per snellire e ammodernare il nostro settore, obiettivo al quale continuiamo a lavorare senza sosta in collaborazione con il MIMS”, commenta il Presidente di Confindustria Nautica, Saverio Cecchi. “Fra le tante novità ottenute, considero l’introduzione delle istruzioni minime di navigazione per i non patentati una grande iniziativa culturale e a favore della sicurezza e ho invitato i nostri Soci a diffonderle anche quando vendono le unità più piccole”.

LOCAZIONE
L’operatore commerciale ha l’obbligo di consegnare il natante in perfetta efficienza, dotato di tutti i mezzi di salvataggio e delle dotazioni di sicurezza previsti, e di illustrare al locatario le modalità di funzionamento del motore, il corretto uso delle dotazioni di sicurezza di bordo e del sistema di ancoraggio.
Previsti anche obblighi per il cliente, che non può cedere il natante in sublocazione o impiegarlo per lo sci nautico. È inoltre tenuto a utilizzare l’unità con la massima diligenza e “ad assumere comportamenti atti a non arrecare danni e offese a terzi ovvero a beni pubblici ed ambientali né a provocare emissioni o rumori molesti”.

NOLEGGIO
Egualmente, l’operatore commerciale del noleggio è tenuto a mantenere l’unità in perfetta efficienza, completa di tutti i mezzi di salvataggio e delle dotazioni di sicurezza previsti.
In linea con la riforma del Codice, anche per i natanti è ora possibile sottoscrivere un contratto con uno o più clienti noleggiatori, “per un periodo di tempo determinato, anche giornaliero o orario o di frazione di ora, da trascorrere a scopo ricreativo e turistico in zone marine o acque interne”.

SUBACQUEA
Gli operatori della subacquea devono tenere un registro vidimato sul quale riportano l’identificativo del natante impiegato in appoggio alle immersioni, l’indicazione del conduttore, dell’istruttore e del soggetto abilitato al primo soccorso subacqueo, oltre al piano di immersione e al numero dei partecipanti.

L’evento si terrà in modalità online il 4 Febbraio 2022 dalle ore 09.30 alle 12.30, ed è organizzato dal Cluster Tecnologico Nazionale BIG nell’ambito del Tavolo dedicato a Cantieristica e Robotica marina.

Il workshop vuole essere l’occasione sia per fare il punto sugli attuali gap tecnologici assieme ai maggiori stakeholder nazionali, che per fornire elementi utili all’aggiornamento del Piano d’Azione del Cluster, documento programmatico delle attività di “Crescita Blu”.

L’evento sarà moderato da un giornalista oltre che dai membri del CTS del Tavolo di Cantieristica e Robotica marina (Università degli Studi di Genova e CETENA S.p.A. – Centro per gli Studi di Tecnica Navale).

L’evento ha lo scopo di aprire un dibattito su tematiche quali Digital Twin, Materiali, Nuove tecnologie (design&construction), Circular Economy, Additive Manufacturing, Certificazione e Safety nel settore della cantieristica navale e nautica.
I temi sopra elencati possono essere declinati in uno dei diversi step che portano alla costruzione di un’unità navale.

Per partecipare al Workshop bisogna registrarsi seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/Cantierinavali